Alberto Maso Gilli


Ritratto di Chieri: A. M. Gilli e la sua città (1840 – 1884).

 

alberto maso gilli_porta torino_olio su lastra di metallo di cm 30 x 23 firmato in basso a sinistraalberto maso gilli_scorcio chiese s. bernardino e s. giorgio_olio su lastra di metallo di cm 24 x 30 firmato in basso a sinistraalberto maso gilli_duomo di chieri_olio su lastra di metallo di cm 23 x 30 firmato in basso a sinistraalberto maso gilli_chiesa di san giorgio_olio su tela di cm 79 x 100 firmato in basso a sinistra   È il titolo della mostra che vedrà presentati al pubblico i quattro quadri acquistati, presso un gallerista romano nell’estate ormai trascorsa, da un gruppo di Associazioni e da privati cittadini chieresi. I quattro dipinti riproducono altrettanti scorci, risalenti agli ultimi decenni dell’Ottocento – per questo inconsueti – di alcuni luoghi ben noti della città di Chieri. La mostra esporrà, oltre all’olio su tela raffigurante la Rocca di san Giorgio e gli altri tre dipinti, alcune altre ancora presenti in città. Alcune di queste saranno presentate nella loro forma originale, come ad esempio il Michelangelo, abitualmente a dimora nella Biblioteca Civica e un autoritratto, firmato e datato 1874, normalmente residente nell’Archivio Storico. Altre sue opere saranno invece presentate in forma di riproduzione fotografica.

L’inaugurazione della mostra, che troverà dimora nella cappella situata all’ingresso di Via Vittorio Emanuele del Complesso di San Filippo, avverrà sabato 23 settembre alle ore 16. La mostra si protrarrà fino al fine della settimana successiva.

Carreum Potentia contribuirà a rendere vivo e ‘visibile’ l’evento, proponendo ai visitatori della mostra e a tutti coloro che avranno interesse per l’Artista, due percorsi di visita per scoprire le sue tracce ancora presenti in città. I due percorsi, che avranno luogo domenica 24 settembre, a partire dalle ore 15,30, partiranno entrambi da piazza Umberto I, in corrispondenza della lapide apposta il 4 giugno 1899 dalle autorità cittadine sulla parete della casa che vide la sua nascita. I due percorsi saranno guidati dai volontari di Carreum Potentia: l’uno attraverso la piazza del Duomo, in direzione del santuario dell’Annunziata, dove sono esposte due opere attribuibili all’Artista (Il miracolo del mutolo e La guarigione del soldato ossesso) e poi, in direzione della chiesa delle Orfanelle per ammirare la raffigurazione di san Gerolamo Emiliani. L’altro percorso si snoderà attraverso il vicolo Maso Gilli e raggiungerà la chiesa di san Giorgio dove è esposta la pala d’altare raffigurante il Sacro Cuore di Gesù.

Maggiori informazioni sono reperibili mediante il seguente link:

https://www.youtube.com/playlist?list=PL3RpZuTQWp_qkWdIc0dgKfEG1XNM6ULA4