tessileIl telaio di Leonardo

 

“Questa è seconda alla stampa delle lettere e non meno utile e esercitata dalli omini e di più guadagno, e più bella e sottile invenzione”

Leonardo studia e descrive molte macchine per la filatura e la tessitura. Disegna un telaio automatico in cui tutti i movimenti per formare il tessuto sono forniti da un unico albero che può essere mosso a mano grazie a una manovella. Il telaio fa scorrere l’ordito e avvolge il tessuto finito mantenendo la corretta tensione dei fili. Leonardo introduce inoltre la navetta lanciata meccanicamente, anticipando un’applicazione della Rivoluzione industriale.

Codice Atlantico, foglio 985, 1495-1496

Sitografia:

MUSEO DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA “Leonardo da Vinci” via San Vittore 2 Milano

“Questa è seconda alla stampa delle lettere e non meno utile e esercitata dalli omini e di più guadagno, e più bella e sottile invenzione”

Leonardo studia e descrive molte macchine per la filatura e la tessitura. Disegna un telaio automatico in cui tutti i movimenti per formare il tessuto sono forniti da un unico albero che può essere mosso a mano grazie a una manovella. Il telaio fa scorrere l’ordito e avvolge il tessuto finito mantenendo la corretta tensione dei fili. Leonardo introduce inoltre la navetta lanciata meccanicamente, anticipando un’applicazione della Rivoluzione industriale.

Codice Atlantico, foglio 985, 1495-1496

Sitografia:

MUSEO DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA “Leonardo da Vinci” via San Vittore 2 Milano