L’associazione G. Avezzana si fonde in Carreum Potentia


Il progetto è nato dall’ aver osservato che Carreum Potentia e Giuseppe Avezzana, le due associazioni di volontariato culturale attive da tempo in Chieri, avevano nella loro missione non pochi punti in comune. Perciò, comunemente, le due entità hanno deciso di congiungersi in una sola.

Si è così proceduto ad una fusione per incorporo fra le due unità, realizzando in questo modo un atto «di pura intelligenza». Un’azione di valore perché guarda al vantaggio che questo modo di agire produce, cioè: il rafforzamento, l’espansione dell’azione dei volontari che compongono la compagine. Si tratta, in ultima analisi, di un’azione tesa a perseguire l’obiettivo della valorizzazione, della promozione, nonché della salvaguardia del patrimonio storico-artistico della città di Chieri e del Chierese, in una forma rafforzata, perché essa può disporre di maggiori competenze, di più conoscenze ed esperienze, per di più, allargate a più campi d’azione.

Il risultato è la creazione, nel corpo della nuova ODV Carreum Potentia, di tre Sezioni con altrettante aree di competenza: l’attività formativa e divulgativa; l’accoglienza di gruppi e visite guidate e la promozione dell’Arte e della Storia. Ciascuna sezione è individuata, oltre che dal proprio contenuto, anche da un marchio che ne caratterizza la personalità. Così, la sezione “Attività formativa e divulgativa” è attribuita a G. Avezzana, ottenendo in questo modo di mantenere intatta l’identità dell’ex associazione e, soprattutto, il suo portato di competenza ed esperienza accumulato nel tempo.

La nuova Carreum Potentia, Organizzazione di volontariato culturale – ODV, sarà operativa a partire dal primo Consiglio Direttivo fissato l’8 gennaio p.v. Si tratta di un Direttivo allargato a dodici membri, tre dei quali provenienti dall’ex Associazione G. Avezzana, a riprova di una vera volontà di fusione intellettuale e operativa delle due forze di volontariato.