Visita al Santuario del Valinotto


Sabato 28 maggio uno dei soci si è portato nelle campagne tra Carignano e Osasio, in occasione di un evento connesso al restauro del Santuario del Valinotto, intitolato alla della Visitazione di Maria Vergine a Santa Elisabetta. La chiesa fu rifatta integralmente dal geniale architetto Bernardo Vittone su commissione del banchiere Antonio Faccio del 1738. Nel risultò un edificio di grande novità, a pianta centrale su tre livelli, ricco di punti luce in parte occultati dalla sapiente tessitura degli elementi strutturali. ornano le pareti della chiesa i mirabili affreschi del pittore casalese Pier Francesco Guala (1698-1757), restaurati da tecnici del Consorzio di San Luca con il sostegno della Compagnia di San Paolo. I dai volontari dell’Associazione Progetto Cultura e Turismo, con i quali Carreum è in contatto da tempo, accompagneranno i visitatori per tutti il mese di giugno e oltre. 

Alle 17 la  Compagnia teatrale Viartisti ha presentato il suo spettacolo “In nome della madre”, tratto da un’opera dello scrittore Erri De Luca, di grande suggestione.

Riteniamo che le iniziative di questo genere siano di grande incoraggiamento per la tutela e la conoscenza del patrimonio artistico piemontese: sono segni che ci invitano a proseguire anche a Chieri un’opera di sensibilizzazione e di concreto sostegno alle operazioni di restauro.