FIBRA DI ORIGINE ANIMALE: LA LANA – 2ª parte

Esistono, poi, altri tipi di lana provenienti da animali diversi dalla pecora, di cui già il solo nome identifica un prodotto finito di pregio per la qualità della medesima, generalmente con un prezzo commerciale più alto; questi sono: mohair, cashmere, lana di cammello, di lama, di alpaca e di vigonia.

Accenno alla provenienza e all’impiego di questi tipi di lana, tutti prodotti in quantità esigua rispetto quella di pecora:

Lana di capra. Si ottiene dalla razza d’Angora e dalla capra del Kashmir (dalle regioni nelle quali hanno avuto origine). Dalla prima si ricava il mohair che è una lana pregiata per la sua lunghezza e lucentezza; l’allevamento di questa razza di capra si è diffuso dalla Turchia nel Sud Africa e nel Texas (USA). Nel paese originario la tosatura dell’animale è annuale, in America viene eseguita a macchina due volte all’anno fornendo, ovviamente, una fibra più corta (20-25 cm contro i 22-30 cm della tosatura annuale). Il mohair viene mescolato ad altre lane per aumentarne il colore, la morbidezza, la brillantezza e il pregio. È più uniforme nel diametro rispetto alla lana di pecora, più resistente, si sporca con minore facilità ed è esente dal difetto di feltratura; al microscopio, presenta scaglie molto appressate una all’altra, particolarità che ne rende la superficie lucente e morbida. L’impiego del solo mohair permette di ottenere tappeti, tappezzerie e indumenti di pregio, con tinte particolari e ricercate, di lunga durata per la tenacità della fibra che presenta caratteristiche di ingualcibilità superiori a quelle della lana di pecora.

Il cashmere è una fibra delicata, molto più fine del mohair, che deriva dalle capre del Kashmir originaria delle zone himalaiane dell’India e della Cina. Questa lana, in quantità ridotta, è costituita dalla peluria sottostante al vello vero e proprio formato da fibre grossolane e di poco valore.

Lana di cammello. Si ricava dal pelo del cammello, diffuso in tutta l’Asia e Nord Africa. Questa lana è nota per la sua leggerezza e coibenza (caratteristica più o meno accentuata di un materiale di essere isolante), che ne fanno una fibra adatta alla confezione di cappotti. La lana di cammello è repellente all’acqua per natura ed è tenace, lucente e morbida; visto il costo elevato, viene mescolata a lana di pecora e si commercia in tre categorie: di prima, ottenuta dal sottopelo, di lunghezza ridotta (2,5-12,5 cm) ed aspetto sericeo; di seconda, miscela di pelo e peluria; di terza, costituita dal vello vero e proprio, spontaneamente caduto in primavera, usato per fare cordami e tappeti economici.

Lana di lama. Questo tipo di fibra animale ha il pregio di una elevata coibenza accompagnata dalla leggerezza dei manufatti. I cappotti sono molto pregiati, di grande durata e di un colore naturale solido ed apprezzato, con caratteristiche antipiega.

Lana di alpaca. Esiste in due qualità: di prima, morbida e lucente come la seta; di seconda, prodotta dal vello esterno, quindi più grossolana; la tinta naturale varia dal bianco al nero, la varietà più pregiata è di colore rosso-bruno. La varietà suri è apprezzata in modo particolare per la fibra lunga, serica e tutta boccoli.

Lana di vigonia. La vigonia è un animale raro del genere del lama, vive in zone impervie delle Ande peruviane e boliviane a 3000-4000 m di altitudine, protetto da leggi dei due paesi. L’animale è piccolo, alto al massimo 90 cm al garrese, per 30-50 kg: per confezionare un cappotto occorrono i velli di circa 40 individui. La fibra di vigonia è la più fine di tutte le fibre conosciute, inoltre è robusta, leggera e resiliente.

Per Carreum Potentia, Franco Mazzone

Bibliografia: Enciclopedia della Scienza e della Tecnica (E.S.T.), voll. II e VII, Mondadori 1970.

 

Iscrizione al corso Carreum Potentia

Chieri da conoscere

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Iscriviti qui sotto

Compila il form qui sotto per iscriverti al corso